Proteggiamo il nostro Sele

Proteggiamo il nostro Sele

Chi mi conosce sa che in 5 anni in Consiglio regionale ho sempre affrontato le problematiche ambientali del nostro territorio. Una di quelle che ho seguito particolarmente da vicino è l’inquinamento del fiume Sele. Per questo motivo questa mattina, dopo le segnalazioni di versamenti illegali, siamo andati a verificare la situazione da vicino con il supporto delle guardie ambientali.

Il Sele è una risorsa naturale fondamentale per la nostra regione e va preservato da ogni tipo di contaminazione e inquinamento. L’acqua del fiume deve essere tutelata perché sostiene l’assetto socio economico delle valli, del litorale e della piana. Senza l’acqua del fiume Sele la piana è destinata alla “desertificazione”.

Inquinare il fiume, ed il mare in cui sfocia, ha effetti devastanti sulla salute, sull’ecosistema e sull’economia di una regione che vive di turismo e “bandiere blu”. Siamo in contatto diretto con i Noe e con il Ministero dell’ambiente pronti a rivolgere ogni segnalazione alle autorità competenti.