Ricerca Acli-Iref: abitanti delle aree interne più poveri

Chi vive nelle aree interne del Paese non ha accesso a servizi pubblici adeguati ed è più povero di chi vive in città.  È quanto emerge dalla ricerca “Povertà, vulnerabilità e disuguaglianza. La nuova sfida dei territori e delle comunità”, presentata questo pomeriggio a Roma dalle Acli (qui il video integrale della presentazione). Grazie all’analisi sul panel quadriennale di dichiarazioni dei redditi presentate nei Caf Acli, l’Iref, l’Istituto di Ricerche Educative e Formative delle Acli, ha certificato come la povertà relativa non è un fenomeno solo urbano, ma in proporzione è più diffusa nelle aree interne d’Italia. Per alcune tipologie familiari il gap di reddito tra città e aree periferiche assume proporzioni estremamente ampie.